Posa del gres porcellanato effetto legno: tutti i segreti

Ci sono poche cose che scaldano l’ambiente come un bel pavimento in parquet: quella sensazione naturale, la piacevolezza al tatto, l’attitudine di design ancestrale, capace di resistere alle oscillazioni dei trend. Ricreare questa superficie unica nel suo genere, oggi, è anche facile e comodo: basta conoscere i segreti della posa del gres porcellanato effetto legno.
A differenza del legno naturale, il gres porcellanato è incredibilmente resistente nel tempo e all’usura, agli agenti chimici e agli sbalzi di temperatura; non teme l’acqua e l’umidità e – caratteristica particolarmente apprezzata da progettisti e posatori – è facile e comodo da posare. Mentre il parquet è delicato e necessità di cure particolari sia durante l’installazione che nel tempo, la posa del gres porcellanato è agevole e veloce.
Grazie alle soluzioni di Emilgroup, le piastrelle effetto legno conservano inalterate tutte le percezioni naturali: l’andamento delle venature, la ruvidità dei nodi, la tridimensionalità della superficie. Attraverso un minuzioso e appassionato percorso di osservazione e ricerca, il gres porcellanato riproduce il materiale di riferimento con estrema fedeltà. Un proposito di autenticità camaleontica che si perfeziona in fase di posa. In questo articolo approfondiamo come posizionare i listoni, che direzione e che geometria preferire e come valorizzare a pieno il fascino immortale del legno.

La posa del gres porcellanato: come pavimentare rapidamente una casa

La posa del gres porcellanato effetto legno è sicuramente più agevole rispetto al legno naturale. Il materiale ceramico si presta alla lavorazione con la malta e le sostanze adesive, per un risultato preciso e professionale, capace di emulare perfettamente l’effetto parquet.
Assicurata la praticità e la comodità della posa, al designer non resta che occuparsi degli aspetti estetici. Dalla dimensione delle singole piastrelle al colore e alla temperatura del legno, dalla direzione di posa all’abbinamento con porte e battiscopa.
Quando pensiamo a un pavimento effetto legno le possibilità progettuali sono ampie e variegate, senza mai rinunciare al realismo. A proposito di intenti mimetici, Mimesis by Emilceramica è testimone della fedeltà del gres rispetto al materiale naturale. Posare il gres porcellanato effetto legno della collezione significa portare in ogni ambiente le percezioni più genuine del rovere spazzolato. Un carattere rustico, un legno vissuto, in cui le irregolarità diventano medaglie di autenticità, di naturalezza come vocazione sincera. Con le quattro colorazioni (Avorio, Ecrù, Miele e Tabacco) rivestire ogni spazio con la temperatura ideale diventa un gesto spontaneo, naturale.

Come effettuare la posa del gres porcellanato effetto legno?

Una volta scelte le piastrelle più adatte all’ambiente e allo stile di riferimento, non rimane che capire come posizionarle. Le possibilità abbondano e scegliere la giusta composizione è un fattore in grado di cambiare radicalmente la resa estetica finale.
Una delle strade più praticate è quella della posa dritta, ideale per dare risalto alla singola piastrella – la superficie, il gioco delle venature –, da posizionare orizzontalmente o in diagonale.
Per quanto riguarda la posa orizzontale, è fondamentale scegliere che direzione seguire. Le piastrelle parallele al lato corto della stanza contribuiscono ad allargare visivamente la superficie; un altro fattore da considerare è la posizione delle finestre e della porta: collocare le piastrelle in direzione della luce enfatizza le venature e la bellezza della superficie, posizionarle perpendicolari alla porta invita ad entrare nella stanza e a percorrere lo spazio, indica una direzione di attraversamento. Spesso la soluzione più efficace è una risultante (a volte un compromesso) tra le precedenti indicazioni.
La posa in diagonale è decisamente più scenografica, riempie maggiormente lo spazio ed è efficace per correggere visivamente gli spazi fuori quadra. Anche la posa del gres porcellanato effetto legno sfalsato, ovvero con le giunture di testa poste su diversi livelli, è un ottimo metodo per dare un tocco più dinamico all’ambiente, meno classico.
Un’ulteriore alterativa, molto apprezzata dal design contemporaneo, è la geometria a lisca di pesce che si sposa con lo stile scandivano e industrial.

Posa del gres porcellanato effetto legno sfalsato

Per quanto riguarda l’andamento delle piastrelle, laposa del gres porcellanato effetto legno a correreè una delle soluzioni più frequentate. I listelli sono posizionati su livelli diversi, con le teste non allineate tra loro. A questo punto si aprono due possibilità: la posa a correre con cassero regolare, con le teste posizionate all’esatta metà di quelle adiacenti, e quella con cassero irregolare, con le giunzioni di testa sfalsate.
Parallelamente alla configurazione delle piastrelle, è necessario prestare attenzione alle fughe. È proprio questo aspetto a fare la differenza tra un pavimento simil legno realistico e uno più approssimativo. Le fughe sono utili per evitare potenziali danni causati dalla dilatazione dei materiali e dai moti di assestamento dovuti alle escursioni termiche. Tuttavia è la posa del gres porcellanato effetto legno senza fuga a garantire la resa estetica migliore, avendo cura di lasciare una fuga minima di circa 1mm, da realizzare con appositi distanziatori e avendo cura di scegliere una miscela che si avvicini il più possibile al colore delle piastrelle. Per perseguire l’obiettivo di un pavimento fedele al materiale d’originale, Alter by Provenza è fonte di inesauribile ispirazione. Grazie alle opportunità espressive offerte dalla collezione, è possibile realizzare una posa di piastrelle simil legno di grande impatto estetico. La quercia è al centro di una proposta creativa che vive di contaminazioni di epoche e stili; un legno che diventa materia prima del design. Gli inserimenti di resina colorata moltiplicano il potenziale progettuale di una collezione che solletica i gusti più contemporanei dell’interior design.

Tempo di posa del gres porcellanato

La posa del gres porcellanato è comoda e agile. Nonostante questa facilitazione, è in ogni caso consigliabile rivolgersi sempre a posatori esperti, per un risultato che soddisfi gli standard più stringenti. Passaggi semplici, la piastrella giusta, esperienza, materiali e attrezzatura adatta sono i fattori che contribuiscono a rendere veloce il tempo di posa del gres porcellanato. Tra gli accorgimenti a cui prestare attenzione ricordiamo l’importanza di una superficie di posa uniforme, senza fessure e pulita, la stesura del collante “a letto pieno”, battere la piastrella dal centro verso i bordi per eliminare eventuali bolle d’aria. Concluse le operazioni, a seconda del collante impiegato, potremo godere a pieno del nuovo rivestimento entro 12-24 ore – è questo mediamente il tempo di posa del gres.
Se una posa accurata e una geometria ben congegnata non dovessero bastare per raggiungere la massima raffinatezza, basta aggiungere un tocco di Woodtouch by Ergon. La collezione interpreta il rovere con estrema ricercatezza, una palette di spazzolati e verniciati studiata per accontentare le esigenze progettuali più eclettiche. Una catalogo ampio e audace, che si differenzia in texture e consistenze, temperature e colori, dal candore nordico di Sbiancato, alla profondità di Fumo, passando per l’intensità avvolgente di Miele. È proprio questa moltiplicazione di percezioni e sensazioni, di riferimenti e attitudini espressive, il valore aggiunto del gres porcellanato effetto legno.

11 Luglio 2022