<link rel="stylesheet" href="/static/CACHE/css/bceb7cc9b2f4.css" type="text/css" media="screen, projection">

Ispirazioni e idee per una cucina in gres porcellanato

Una cucina in gres porcellanato è l’ambiente ideale per le sperimentazioni. Farsi tentare da un accostamento audace, provare nuovi stili progettuali, lasciarsi andare al piacere del design.

Si tratta di uno spazio dinamico, vissuto nel quotidiano, uno spazio di azione e creazione. In questo articolo vediamo come una cucina in gressia una scelta premiante per allestire un ambiente che trasmetta al meglio il gusto personale dei suoi abitanti e che allo stesso tempo si collochi nel perimetro individuato dalle ultime tendenze del design. Per centrare l’obiettivo, le piastrelle per la cucina in gres si qualificano come l’ingrediente principale per dare vita alle idee progettuali più diverse. Dal provenzale allo scandinavo, dal moderno allo shabby chic passando per l’industrial, un rivestimento in gres mette in tavola tutto il necessario per una cucina al passo coi trend e con la nostra quotidianità. Il punto di forza del gres porcellanato in cucina? L’equilibrio tra due componenti fondamentali: le performance tecniche senza pari e il ventaglio ampio ed eterogeneo di possibilità estetiche. Grazie alla tecnologia ceramica all’avanguardia e alla ricerca minuziosa, all’osservazione dei dettagli che rendono autentiche le superfici, bellezza e praticità si uniscono nelle migliori piastrelle in gres porcellanato per la cucina.

Piastrelle per la cucina in gres porcellanato: valorizza gli spazi al meglio

Le piastrelle per la cucina si prestano a giochi di abbinamenti e incastri per tutti i gusti. Ideare una cucina ben congegnata è un progetto ambizioso, che deve tener presente elementi e superfici diverse da accordare in una visione complessiva dello spazio. Pareti e pavimenti, countertop e backsplash, mobili e rivestimenti. 

Il gres porcellanato in cucina offre soluzioni per tutti i gusti. Per una cucina essenziale, i toni neutri (ma mai banali) sono un trend che non smette di conquistare progettisti e amanti dell’interior design. Si possono abbinare in continuità cromatica o con superfici dai colori più audaci per dare all’ambiente un effetto tridimensionale che ne amplifica le dimensioni. Per valorizzare gli spazi, giocare sui livelli in prospettiva è una mossa efficace. Resta inoltre valido il consiglio di optare per finiture e colori chiari e luminosi per ampliare visivamente gli ambienti (soprattutto quelli meno generosi). Un altro accorgimento utile in tal senso è scegliere piastrelle di grandi formati: rivestimenti continui e senza fughe contribuiscono ad estendere otticamente le superfici e perfezionano il realismo delle piastrelle, soprattutto di quelle più scenografiche come l’effetto marmo.

A proposito della teatralità del marmo, il catalogo di Unique Marble by Provenza è sempre di grande ispirazione. La collezione – in perfetta corrispondenza con la natura dinamica e creativa della cucina – è un esperimento unico nel suo genere. La maestosità senza tempo del marmo, quasi sacrale, viene ravvivata dalla natura contemporanea e progettuale della resina. Una commistione materica irriverente: da un lato le venature artistiche e sofisticate di cinque tra i marmi più apprezzati e dall’altro l’attualità monocromatica della resina. La collezione si articola in tre diverse varianti: solo marmo, solo resina – ottima scelta per un pavimento in gres azzurro a colore pieno, oppure la versione Ambra in cui le sontuose superfici marmoree si immergono nella resina.

Perché scegliere il gres porcellanato in cucina

Una cucina in gres porcellanato non è solo bella, è anche funzionale, sicura, duratura.

Oltre alle già note possibilità espressive e alla capacità di simulare con camaleontico realismo le superfici dei materiali più apprezzati, il grande vantaggio di scegliere un rivestimento in gres porcellanato per il pavimento e per tutte le superfici complementari sta nelle impareggiabili caratteristiche tecniche. Si tratta di un materiale estremamente performante in termini di resistenza al tempo, agli urti e alle sollecitazioni. Per quanto riguarda l’umidità e il contatto con l’acqua, le piastrelle in gres hanno un bassissimo tasso di assorbenza e non temono muffe né il proliferarsi di agenti patogeni. Le superfici sono inoltre antigraffio e resistono agli sbalzi termici e alle sostanze chimiche. Queste caratteristiche – utili e apprezzate per i rivestimenti di ogni locale – diventano ancor più rilevanti in cucina, ambiente in cui la vicinanza con acqua e fuoco può mettere in difficoltà diversi tipi di materiale. Col gres porcellanato saremo invece al riparo da ogni rischio di danneggiamento e avremo delle superfici antibatteriche e facilmente igienizzabili. Liberi di vivere la cucina senza preoccupazioni.

Come scegliere il perfetto rivestimento in gres porcellanato per la cucina

Il gres porcellanato in cucina è in grado di ricreare le finiture e i materiali più apprezzati, dal legno al cemento, dal metallo al marmo. La bussola con cui orientarsi in questo mare di possibilità estetiche e stilistiche è l’armonia cromatica, oltre a chiederci quali sensazioni vogliamo che susciti la nostra cucina. Per progettare uno spazio che trasmetta armonia e relax, scegliere i toni neutri del crema, grigio o tortora è un’ottima strada – le piastrelle effetto pietra in particolare esprimono carattere e contemporaneità. Quando scegliamo i rivestimenti per la cucina, seguire la continuità nella temperatura dei sottotoni e ricercare abbinamenti in palette è sempre buona norma. Allo stesso tempo, le tonalità neutre sono la campitura perfetta per far risaltare elementi a contrasto: superfici in legno, oppure punti di colore localizzati su una superficie specifica come quella del backsplash – un tocco di eclettismo che spezza la continuità, porta in cucina il fascino dell’inaspettato e contribuisce a creare un effetto tridimensionale che dà profondità allo spazio, lo estende.

Per i percorsi progettuali che traggono ispirazione dalle superfici che si estendono a vista d’occhio, Landscape by Emilceramica è una tappa obbligata. La collezione nasce dall’osservazione delle superfici essenziali nella facciata e ricche nella potenza evocativa, tipiche di cattedrali e borghi italiani. Tradizioni e sedimentazioni, linee sobrie e tonalità luminose. Il catalogo di Landscape seleziona tagli, colori e decori per realizzare pavimenti effetto pietra calcarea di un’eleganza attuale. Le quattro varianti cromatiche (Avorio, Cenere, Sabbia e Anthracite) sono disponibili nella finitura Rigato, per aggiungere tridimensionalità tattile e visiva all’attitudine progettuale della collezione.
In una cucina in gres porcellanato, il fascino primordiale della pietra raggiunge gli orizzonti più contemporanei del design.

31 Marzo 2022