/
ISPIRAZIONI

Le tendenze 2020
per progetti di interior design

4 MINUTI PER LA LETTURA

Wellness e Ricerca del comfort

Il ritorno a casa è uno dei momenti più confortevoli della giornata. Per questa ragione lo stile d’arredamento negli ultimi anni è diventato una vera e propria emanazione del carattere e della personalità di chi abita l’ambiente. Anche seguire le tendenze interior design 2020 è un tema importante per sentirsi bene all’interno della casa: un ambiente bello da vedere diventa anche bello da vivere.

Le nuove tendenze interior design 2020 sono un trionfo di natura e vivacità.
Per prima cosa, lo stile d’arredamento, in linea con i progetti di interni più attuali, diventa una vera e propria ricerca di wellness e comfort. Ma cosa significa arredare la casa in questa direzione? I trend 2020 ci dicono che, indipendentemente dalle dimensioni, la casa deve essere il luogo dove rilassarsi, una comfort zone in cui i rumori non solo della città, ma in senso lato,  spariscono, insieme allo stress quotidiano. I progetti di interior design, quindi, pur valorizzando gli  open space nella zona living, prevedono cucine separate. Le prime infatti sono ideate per massimizzare il comfort e il relax della zona giorno e dunque devono essere impermeabili da odori e rumori di chi prepara la cena.

La cucina poi punta alla funzionalità anche se i trend prevedono spazi più piccoli. L’home delivery e i piatti pronti negli ultimi anni hanno ridotto notevolmente il tempo speso tra i fornelli.

 
Natura e comfort per un ambiente minimal

Pareti attrezzate

Tra gli stili d’arredamento della casa in linea con le tendenze del 2020 c’è anche l’estremo minimalismo: è importante alleggerire l’ambiente da mobili di grandi dimensioni che invadono e riducono lo spazio abitabile. Vivere in un ambiente arioso, moderno e avanzato è perfettamente in linea con l’attuale concezione dell’interior design. Ma cosa significa in termini pratici? Le tendenze parlano chiaro: è ora di mixare materiali per creare pareti completamente attrezzare che vogliono raggiungere la massima semplicità nel design, nelle linee e nelle forme. Insomma: se le tendenze interior design 2020 fossero un artista, sarebbero Mondrian.
Per la realizzazione di questi progetti d’interni, che possiamo definire pareti attrezzate, il metallo, il vetro, ma il legno e la pelle vengono usati in modo creativo e innovativo e sovente sono combinati nello stesso oggetto di design.

Vetri

Il 2020 vede come protagonista dell’arredo degli spazi anche il vetro, che diventa parte integrante e attiva dell’intero ambiente. In alcuni progetti d’interni, il vetro viene utilizzato per creare pannelli divisori tra le stanze, o, addirittura, per realizzare intere pareti, aumentando in modo esponenziale il respiro e la luminosità degli ambienti. A seconda degli stili d’arredamento, sovente è il materiale più scelto per la creazione di oggetti di design ricercati, che impreziosiscono la stanza, si tratti di uno specchio colorato, di un vaso o un portaoggetti.  Si può dire che le tendenze interior design 2020 stanno riportando alla luce uno stile che si avvicina agli anni ’30, quando gli specchi e il vetro abitavano gli spazi, arredavano gli ambienti e creavano sorprendenti giochi di luci e ombre.

 
Il vetro è protagonista degli arredi di tendenza
Effetto optical nelle texture torna di tendenza

Texture

Ecco che, in uno stile d’arredo al passo con le nuove tendenze, vediamo anche tornare l’effetto optical nelle texture, tipico degli anni 60’/70’. Gli ambienti domestici vedranno quindi un grandissimo utilizzo di superfici 3D dall’effetto materico: le carte da parati, i rivestimenti in marmo lavorato, il vetro cannettato e le superfici dall’effetto tridimensionale ondulato. Sicuramente questo è uno dei trend che rendono lo stile d’arredamento del 2020 fortemente caratteristico, segnando una differenziazione dagli anni precedenti. L’interior design diventa una vera e propria forma d’arte che disegna lo spazio. Per questo motivo torniamo al concetto iniziale: una casa con un arredamento bello da vedere è indubbiamente bella da vivere.

Forme

Il concetto di arredo legato agli interni, non può prescindere dalle forme. La loro impronta si collega strettamente alla percezione positiva che suscita in tutti coloro che vivono l’ambiente. Il look retrò torna anche qui: le forme, specialmente nelle sedute (poltrone, sedie, divani, chaise longue) sono morbide e, come scritto poc’anzi in merito alle texture, sono molto geometriche. Le tinte si accendono: il rosso, il blu elettrico, il viola e il giallo tornano ad essere i colori che caratterizzano gli oggetti e le pareti.
Per la pavimentazione, una soluzione progettuale innovativa che sperimenta nuovi accostamenti di colore e forme è Medley: un abaco di materie ceramiche pensato per la reinterpretazione degli spazi d’arredo.

 
Forme geometriche per un look retrò
Medley: naccostamenti di forme e colori
 

Cucina color nero

Quando nasce l’interior design la casa diventa un luogo da concepire e vivere, non soltanto da abitare. Dicevamo inizialmente che il cambio delle abitudini legate all’alimentazione, hanno portato una riduzione del tempo speso in cucina e, proprio per questa ragione, l’ambiente si è evoluto spesso riducendosi nelle dimensioni, ma ampliando le proprie funzionalità. La cucina non è più semplicemente un luogo dove mangiare, ma si trasforma in uno spazio dove condividere, chiacchierare, lavorare, leggere. Il colore che caratterizzerà lo stile d’arredamento della cucina nel 2020 è il nero: molto chic, elegante e del tutto innovativo per il tipo locale della casa. Questa tonalità potrà essere accostata ad una pavimentazione di grande impatto visivo: un’ottima possibilità è rappresentata dalla collezione Narciso di Viva per esempio nella tinta topazio. La collezione si ispira alle superfici di specchi anticati, ossidati da agenti atmosferici e opacizzati dal trascorrere del tempo. Ogni dettaglio materico è messo in risalto dalle finiture lappato lucida e lappato matt che restituiscono effetti estetici e materici originali.

Ovviamente per non appesantire l’ambiente e non renderlo eccessivamente cupo sarà importante bilanciare con il giusto mix di light design e arredo.

L'ispirazione dagli specchi anticati

Metallo

A proposito di matericità, uno dei trend è il frequente uso del metallo o dell’effetto metallo. Questo materiale avrà un forte peso e un ruolo molto attivo nell’ambiente casalingo: esalterà lo stile d’arredamento industriale e garantirà il riciclo di molti oggetti. In accordo al metallo, saranno presenti l’acciaio, l’oro e l’argento per la realizzazione di innovativi progetti di interior design.

Il metallo combinato al legno può offrire soluzioni adatte alla zona living, dal tavolo alle pareti attrezzate, ma non solo il connubio è perfetto anche per i mobili di cucina o della camera da letto.

Decorazioni

Negli spazi, scrivevamo poc’anzi, è molto caratterizzante l’aspetto scenico. Sono molti gli elementi decorativi che entrano a far parte dello stile d’arredamento. Le pareti dei salotti diventano il posto preferito delle decorazioni: la carta da parati è una delle new entry tra le tendenze interior. Lo stile dei disegni è molto artistico e addirittura, in alcuni casi, si vedono riproduzioni di tele esposte nei più famosi musei. A trionfare è la natura che diventa il soggetto dominante: sfondi tropicali, disegni di foreste, giungle e animali esotici animano le pareti delle case.
Per rimanere in tema con le decorazioni, le due collezioni Alter ed Ego di Provenza sono capaci di combinarsi da tra loro, sfoggiando una forza decorativa innovativa ed elegante: le nuance delle resine della serie Alter si abbinano perfettamente ai colori delle pietre della collezione Ego.

La natura diventa protagonista
L'ispirazione della natura domina l'ambiente

Illuminazione

E per finire vi raccontiamo come illuminare in modo corretto la vostra casa. La luce, grazie alle tendenze spiegate nell’articolo, diventa un vero e proprio concetto d’arredo: non più pensata esclusivamente come funzionale, ma progettuale e creativa. I giochi di luce diventano una preziosa caratteristica per lo stile d’arredamento di tutto lo spazio. Le lampade che arricchiscono le case hanno forme eleganti, sono molto appariscenti e riescono a trasformare un salotto anonimo in una stanza chic e dallo stile ricercato. I lampadari diventano forme d’arte e d’espressione di uno stile, non proiettano soltanto la luce ma un intero modo di concepire lo spazio.
Lo studio dei punti luce è fondamentale per la riuscita perfetta. Le esigenze green poi impongono l’utilizzo di lampadine a basso consumo. Per gli amanti della tecnologia, poi, spopolano le lampade domotiche in grado di riprodurre effetti diversi e governabili dallo smartphone.